Piazza Ducale di Vigevano – Lettura artistica degli affreschi

L’apparato decorativo pittorico della Piazza Ducale di Vigevano si snoda con un ritmo architettonico di giochi d’archi e di ornato tipica delle composizioni scenografiche illusionistiche di fine XV secolo.

Lo ritengo oltremodo di grande importanza in quanto uno dei pochi cicli decorativi affrescati commissionati da Ludovico il Moro. Sì perché il signore di Milano prediligeva l’edilizia e limitatamente anche la scultura ponendo la sua concentrazione su quelli che furono i due grandi focolai d’idee e di produzioni in quegli anni del suo ducato; il Duomo di Milano e la Certosa di Pavia.

Alla sua corte soprattutto gli arazzi e le decorazioni posticce sostituivano gli affreschi nelle solenni circostanze dei ricevimenti di corte. L’unica manifestazione pittorica a cui diede ampio risalto fu l’arte del ritratto che rispondeva bene al suo desiderio di ostentazione della propria magnificenza insieme all’edificazione di grandi opere.

Entrando nella piazza si ha l’impressione di trovarsi in un’enorme corte d’onore. La magnifica semplicità dell’insieme architettonico è arricchito dall’apparato decorativo pittorico che preannuncia sfarzi di vita castellana.

 

 

Copertina2

Se l’argomento interessa puoi acquistare l’ebook con la storia della piazza e i suoi restauri su Passionartebook

 

 

Annunci